Cakes Lab/ Colazione/ Dolci da credenza/ Inverno/ Natale/ Senza lattosio/ Senza uova/ Torte decorate/ Vegan/ Viaggi e Cucina

Eggnog Plumcake – Vegan

Dicono che febbraio sia il mese più duro.
Il freddo colpisce più intensamente, si fa secco e glaciale. Il senso di rinvigorimento che ci sentivamo dentro appena dopo le vacanze di Natale sta lentamente svanendo, lasciando spazio alla spossatezza e ai mille conti alla rovescia per calcolare quanti mesi mancano alle prossime vacanze. E’ come se durante gennaio fossimo ancora in un limbo post festività, una specie di dormiveglia, da cui a febbraio veniamo risvegliati brutalmente! La sessione d’esami è nel suo pieno, ormai sono mesi e mesi che studi, gli appelli si susseguono, le pagine sparse su ogni superficie, mappe concettuali, post-it, atlanti di anatomia appoggiati l’uno sull’altro in pile che sfidano ogni legge di gravità esistente, ma in fondo è solo un altro esame, un’altra salita da affrontare, un altro scoglio da superare…e allora mi preparo un bel plumcake, speziato e sofficissimo, una tazza fumante di caffè latte e mi tuffo di nuovo nei libri, pronta a diventare un medico, nonostante febbraio sia il mese più duro.

IMG_9781L’Eggnog è una bevanda alcolica tipica del periodo invernale, in particolare del Natale, dei paesi anglosassoni come Gran Bretagna, USA e Canada. Gli ingredienti principali sono latte, uova, whisky, noce moscata, vaniglia e cannella. Tutti questi ingredienti, miscelati in un solo impasto da plumcake, così soffice, creano un dolcino perfetto per una merenda leggera tra una pagina e l’altra da studiare. Ne ho voluto creare però anche una versione vegan, adatta quindi alle scelte etiche ed alimentari di tutti, semplicemente sostituendo le uova con la purea di banana (che tra l’altro si sposa a meraviglia con cannella, vaniglia e noce moscata) e i latticini rispettivamente con latte di riso e yogurt di soia.

IMG_9810IMG_9836

5.0 from 2 reviews
Eggnog Plumcake
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Ingredients
  • 300 g di farina 0
  • 1 banana matura (o 2 uova)
  • 170 g di zucchero (io solo 130 g)
  • 100 ml di latte interno (o di riso)
  • 100 ml di yogurt bianco non zuccherato (di soya)
  • 100 ml di olio EVO delicato
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • ½ cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 bacca di vaniglia
  • ¼ di cucchiaino di noce moscata
  • 20 ml di whisky
Instructions
  1. Preriscaldate il forno a 180°.
  2. Versate il latte in un pentolino, scaldatelo e quando sfiora bollore spegnete il fuoco.
  3. Aggiungete le polveri di spezie: cannella, la noce moscata, i semi e la bacca di vaniglia, e lasciatele in infusione fino a completo raffreddamento del latte.
  4. Quando il latte si è raffreddato togliete la bacca di vaniglia e unitelo a yogurt, olio, whisky e alla banana ridotta in purea con il minipimer (o alle 2 uova).
  5. Agli ingredienti liquidi aggiungete poi zucchero, sale, farina e lievito.
  6. Versate il composto in uno stampo per plumcake foderato di carta da forno e infornate per 45 minuti.
  7. Fate la prova stecchino prima di sfornare, lasciate raffreddare il plumcake nello stampo, poi estraetelo e spolverizzatelo con zucchero a velo.

PicMonkey CollageQuesta è la mia ricetta per il Crazy Taste di questo mese, infatti con il Cakes Lab noi dello staff reinventiamo il classico impasto dei muffin!

bannerCrazyTaste0k

 

 

You Might Also Like

13 Comments

  • Reply
    Anna
    2 febbraio 2016 at 11:40

    Che meraviglia!!! Dalle tue foto sembra un febbraio caldo e confortevole, pieno di luce e calore. Facciamo colazione con te. ?

    • Reply
      Chiara
      2 febbraio 2016 at 20:38

      Era stranamente una giornata di sole…cosa rara da queste parti, visto che ci troviamo sempre immerse in una nebbia perenne! Vi lascio un paio di fettine da parte 🙂 bacini ragazze, buona serata!

  • Reply
    Anna
    2 febbraio 2016 at 13:37

    questo dolce mi incuriosisce molto,poi in una giornata uggiosa come oggi ci starebbe prorprio bene!

    • Reply
      Chiara
      2 febbraio 2016 at 20:43

      Inzuppato nel caffelatte o in un bel thè caldo e fumante è davvero perfetto! Sofficissimo, profumato e speziato, una vera coccola invernale per le giornate grigie!

  • Reply
    saltandoinpadella
    2 febbraio 2016 at 14:36

    Mamma mia il titolo di quel libro mi ha fatto venire la pelle d’oca…non era proprio il mio mestiere. Invece questo cake mi ispira moltissimo, in verità trovo che il whisky non sia affatto male nei dolci

    • Reply
      Chiara
      3 febbraio 2016 at 12:42

      E quello è niente, uno dei libri più “tranquilli” tra quelli che compongono la pila interminabile di roba da studiare! Il whisky nei dolci prima di un paio di mesi fa non l’avevo mai provato, ma mi ha conquistata, e con le banane e queste spezie ci sta benissimo 🙂 un abbraccio Elena

  • Reply
    ricettevegolose
    3 febbraio 2016 at 10:05

    I dolci vegan sono la mia passione, le spezie pure, insomma… questo plumcake finisce diretto nella lista delle ricette da rifare al più presto 🙂 Un grandissimo in bocca al lupo per gli studi e un abbraccio <3

    • Reply
      Chiara
      3 febbraio 2016 at 12:48

      Ma tu sei troppo carina Alice! Crepi il lupo 🙂 e fammi sapere cosa ne pensi se lo prepari!
      Baciotti e buona giornata

  • Reply
    Emanuela
    5 febbraio 2016 at 8:52

    Buonissimo Chiara!!!

    • Reply
      Chiara
      5 febbraio 2016 at 11:41

      Grazie mille Ema, bacini!

  • Reply
    Laura e Sara pancettabistrot
    6 febbraio 2016 at 13:57

    Tesoro hai ragione, se ripensiamo a com’erano le sessioni invernali…le più dure, a partire di quella di gennaio che era una specie di incubo rovina feste….tieni duro Chiara, che sei bravissima e piena di volontà, e poi se intervalli lo studio a queste merende stupende sicuramente poi la mente lavora meglio 🙂
    Bellissimo e delizioso questo plumcake, adoriamo il sapore dell’eggnog, noi ci avevamo fatto la torta invernale… il tuo in più è pure vegan, bravissima!!!
    Buon weekend, un abbraccio grande!!

    • Reply
      Chiara
      9 febbraio 2016 at 18:20

      Dolcissime Pancettine, anche queste vostre parole gentili da leggere durante le merende sono un toccasana da intervallare allo studio! <3
      bacini e buona serata!

  • Reply
    Cake al miele, timo e limone | Ciliegine Rosse
    27 giugno 2017 at 12:47

    […] salati. Dopo aver reinterpretato secondo il mio gusto la ricetta di base, creando un profumatissimo PlumCake all’eggnog, mi sono lanciata su un altro abbinamento particolare, un sofficissimo Cake al miele, timo e […]

  • Rispondi a Laura e Sara pancettabistrot Cancel Reply

    Rate this recipe:  

    CONSIGLIA Risotto al salto